La piccolezza dell’essere grandi

Diamo importanza ai compleanni come se potessero renderci realmente diversi, come se bastasse compiere gli anni per essere più grandi. Ci si deve sentire “grandi”. Non possono essere delle date sul calendario o gli altri a deciderlo per noi. Mi viene da pensare a uomini e donne di mezza età incapaci di prendere delle decisioni,... Continue Reading →

Problemi inesistenti o quasi

Continuavo a sguazzare nello stesso liquido poco salubre, costituito da un ammasso di sputi che pensavo di aver confinato nei vari piatti in cui ho mangiato in passato, senza però accorgermi che stavano per averla vinta loro su di me. Ho ideato edifici impressionanti, degni di essere fotografati da tutte le angolazioni, che si elevavano... Continue Reading →

A lunga durata

Con furore chiudo la porta d’ingresso. Mi accascio sul pavimento gelido, con le spalle poggiate al muro sulla sinistra, rispetto alla mia prospettiva. Permetto alle lacrime di riversarsi come un fiume in piena, fino a raggiungere il mento, per poi smarrirle inevitabilmente. Con un gesto quasi impercettibile a causa della sua breve durata, cingo con... Continue Reading →

Afferrala

Cos'è per voi la felicità? Per quanto mi riguarda, potrebbe trovarsi in qualunque forma, anche in quest'ispirazione improvvisa, a causa della quale non mi è stato concesso di incominciare l'articolo in modo migliore di questo, onde evitare di smarrire qualche idea. Sto sperimentando la felicità in questo preciso istante, mentre alterno saltelli in giro per... Continue Reading →

Tutta questione di rispetto

Stamattina, non appena mi sono alzata dal letto, come d'abitudine ho lanciato uno sguardo fuori dalla finestra, osservando con attenzione la natura circostante. Tuttavia, sono stata ben presto attratta da un dettaglio e, benché fossi ancora in pigiama, ho deciso di volerne sapere di più. Dopo aver stropicciato gli occhi ancora appiccicaticci, quell'oggetto nel bel... Continue Reading →

Non puoi fermarti proprio sul più bello

Ci spaventa ciò che non possiamo controllare completamente, abbiamo paura di inoltrarci in sentieri non del tutto chiari, preferiamo seguire qualcun altro piuttosto che essere noi ad affrontare per primi l'ignoto. La vita è proprio questo: spaventosa. Essa è capace di rallentarci a propria scelta, di prendersi gioco di noi. Una della sue componenti principali,... Continue Reading →

Il segno nero

Stamattina ho notato sulla mia scrivania un simbolo che non credevo minimamente ci fosse. Dapprima non ne ho capito il senso, dal momento che mi sembra essere astratto rispetto al contesto in cui si trova a fare la sua presenza. L'inchiostro nero lucido, ad una prima analisi, di recente scrittura, regna sul legno ormai consumato... Continue Reading →

Smarrirsi

Mi è capitato più volte di perdermi nel bel mezzo di una via e di non capire perché ma soprattutto come fossi arrivata fin lì. In piccolo, l'esempio potrebbe essere slittato in relazione alla nostra casa, a quando abbiamo qualcosa da prendere ma non si sa per quale motivo afferriamo un altro oggetto a caso,... Continue Reading →

Attimi rubati

Stamattina ero alla fermata del pullman. Come spesso accade nella mia città, c'è da aspettare molto per strada senza aver nulla da fare, a causa dei ritardi dei mezzi pubblici. Collego il jack delle cuffie e, ad un certo punto, senza averlo deciso, parte la riproduzione casuale. Pervade le mie orecchie la voce di Caparezza... Continue Reading →

Oggi vi parlo dei libri

Perché scrivo? Perché i libri sono più forti della vita. Sono la più bella delle rivincite. Sono i testimoni dell'inviolabile muraglia della nostra mente, dell'inespugnabile fortezza della nostra memoria.- Joel Dicker, "Il libro dei Baltimore". Oggi, a differenza delle altre volte, ho deciso di non pubblicare dei miei pensieri perché piuttosto vorrei farvi riflettere sul... Continue Reading →

La cosa giusta

Non bisogna credere a tutto quello che si legge. Ad esempio, voglio appellarmi ad un post su Facebook che ho letto proprio qualche minuto fa. Esso riportava ad una citazione estrapolata da qualche altro sito web, probabilmente in modo erroneo ma non voglio preoccuparmi affatto di questo. Il testo voleva farci comprendere come si debba... Continue Reading →

Winter & Water

Un getto d'acqua calda scorre repentinamente sulla mia pelle nuda. Chiudo gli occhi ma una lacrima fa in tempo a scappare, fuggire dall'oscurità della retina che sarà messa in pausa per un tempo anche illimitato se fosse per me. L'ultimo elemento terreno e concreto che percepisco è un lontano rumore, un tocco che sbatte pesante... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: