Attimi rubati

Stamattina ero alla fermata del pullman. Come spesso accade nella mia città, c'è da aspettare molto per strada senza aver nulla da fare, a causa dei ritardi dei mezzi pubblici. Collego il jack delle cuffie e, ad un certo punto, senza averlo deciso, parte la riproduzione casuale. Pervade le mie orecchie la voce di Caparezza... Continue Reading →

Il sognatore interrotto

Di tanto in tanto mi sento un po' come un giocatore accanito di scommesse che, dopo aver tentato e ritentato di vincerne una, è riuscito a gioire solo poche volte o magari nemmeno una. Eppure, ciò che mi attrae di quella persona, di chiunque si tratti, è il fatto che non si arrenda, che continui... Continue Reading →

Non aver fretta

Ciao, lettore/lettrice. Ovunque ti trovi adesso, se possibile, prova a concentrarti davvero, prestandomi tutta la tua attenzione per qualche minuto: oggi, desidero più che mai che le mie parole ti arrivino dritte al cuore. Non voglio annoiarti ulteriormente con delle frasi di circostanza. Dunque, se non hai già chiuso questa pagina, ti auguro buona lettura.... Continue Reading →

Chi o cosa seguiamo?

La strada da seguire non è quella più comune, quella percorsa da tutti. E' nascosta, circondata da elementi fuori posto o animali che incutono terrore lì da soli nel nulla, i quali probabilmente sono essi stessi terrorizzati dalla nostra presenza. La strada da seguire è quella che non si vede subito o di cui ci... Continue Reading →

È tutto nella nostra testa

Quello della vita è un dono meraviglioso. Talvolta non ce ne rendiamo conto, non riusciamo a comprendere quanto siamo fortunati ad essere nati, quanto le nostre madri hanno faticato per farci venire alla luce, quanti sacrifici sono stati fatti per noi. Dovremmo essere grati di quello che abbiamo, anche se poco o meno di quello... Continue Reading →

Contro la mentalità chiusa

Tu non sai quante volte sento di voler poggiare la mia testa sulla tua spalla ma non ne ho la possibilità, quante quelle in cui necessito di un tuo abbraccio ma devo aggrapparmi ad un ricordo un po' sfocato per illudermi di poterlo ricevere, quante volte la tua voce risuona durante la giornata nella mia... Continue Reading →

Oggi vi parlo dei libri

Perché scrivo? Perché i libri sono più forti della vita. Sono la più bella delle rivincite. Sono i testimoni dell'inviolabile muraglia della nostra mente, dell'inespugnabile fortezza della nostra memoria.- Joel Dicker, "Il libro dei Baltimore". Oggi, a differenza delle altre volte, ho deciso di non pubblicare dei miei pensieri perché piuttosto vorrei farvi riflettere sul... Continue Reading →

Come un puzzle

Mi manchi ed io non so se sono ancora in tempo per cambiare questa situazione in cui mi ritrovo. Non riesco a non pensare a te nemmeno per un istante. Infatti, a partire da quel giorno, più che dimenticarti non ho fatto altro che desiderare sempre più di rivederti, anche solo un'altra volta, questa sapendo... Continue Reading →

È da tanto che non vivo

Era da tanto che non scrivevo sinceramente ma non per via di un blocco nella scrittura o qualcosa di molto simile ad esso, anzi. Ho scelto io di non scrivere per poter riflettere senza aver paura che qualcuno leggesse o in qualche modo sapesse circa i miei pensieri più profondi. Penso che chiunque abbia presente,... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑